Luca Scarlini

Luca Scarlini, scrittore, drammaturgo per teatri e musica, narratore, performance artist.  Insegna tecniche narrative presso la Scuola Holden di Torino e ha collaborato con numerose istituzioni teatrali italiane e europee, tra cui il National Theatre di Londra, la compagnia Lod a Ghent, il Festival Opera XXI a Anversa, La Batie e il theatre amstramgram a Ginevra.  Scrive per la musica e per la danza: dal 2004 al 2008 è consulente artistico del festival MilanOltre al Teatro dell’Elfo di Milano.  Nel 2006 è stato direttore artistico di TTV a Bologna, nel 2005 ha coordinato le attivà della Capitale Mondiale del Libro a Torino presso lo spazio Atrium.  Ha all’attivo una vasta attività come storyteller in solo e a fianco di musicisti, danzatori e attori, in teatri, musei e luoghi storici,  lavorando tra l’altro con Martin Bauer, Monica Benvenuti, Sylvano Bussotti, Nora Chipaumire, Luisa Cortesi,  Massimiliano Damerini, Francesca Della Monica, Francesco Dillon, Ane Lan, NicoNote, Pierluigi Piran, Elisabetta Pozzi, Francesca Tirale, Emanuele Torquati, Luca Veggetti, Ensemble Cremona Antiqua, Ensemble Vox Latina,comparendo in festival in Italia (compare da molti anni nel programma di Festivaletteratura, Mantova), Francesca Benetti, Riccardo Favero, Alessandro Commellato. Voce di Radio Tre, conduce il programma Museo Nazionale, ha curato mostre sulla relazione tra arte, musica, teatro e moda. Tra i suoi libri recenti sono da segnalare “Lustrini per il regno dei cieli” (Bollati Boringhieri), “Sacre sfilate” (Guanda), dedicato alla moda in Vaticano, “Un paese in ginocchio” (Guanda), “La sindrome di Michael Jackson” (Bompiani), “Andy Warhol superstar” (Johan and Levi), “Siviero contro Hitler” (Skira), “Memorie di un’opera d’artev (Skira), “Ziggy Stardust. La vera natura dei sogni” (Add), “Bianco tenebra. Serpotta di notte e di giorno” (Sellerio), “Teatri d’amore” (Nottetempo), “L’ultima regina di Firenze” (Bompiani), “Le vacanze dell’arte” (Pacini). Ha curato mostre per il Museo Ferragamo a Firenze, con cui collabora, con il Museo MAN, per cui ha realizzato Il regno segreto, sulle relazioni Piemonte/Sardegna e prossimamente una mostra su Vittorio Accornero e Edina Altara. Da sempre si è occupato di tematiche connesse al desiderio, in tutte le sue declinazioni.

Incipit Festival 2020

Cento storie per la modernità
2020